La giostra delle emozioni - ICSEM

Vai ai contenuti

La giostra delle emozioni

Tipologia
Laboratorio didattico
Destinatari
Alunni delle classi 4° e 5° della scuola primaria, Genitori
Presentazione
L’interesse per la vita emozionale del bambino si è considerevolmente ampliato negli ultimi anni, anche in seguito all’emergere delle nuove conoscenze sul funzionamento della mente e sui meccanismi sottostanti le diverse emozioni. Si è visto che il bambino non è un soggetto passivo di pulsioni inconsapevoli ma, al contrario, assume un ruolo attivo nella costruzione della sua realtà. Accompagnare i bambini verso la loro crescita emotiva è un compito impegnativo. Ci si trova sempre più spesso di fronte a manifestazioni di aggressività, demotivazione, carenza di autocontrollo, difficoltà a rispettare le regole o a tollerare anche piccole frustrazioni. Conseguentemente l’educazione alle emozioni acquista importanza fondamentale: saper riconoscere e vivere le emozioni, diventare “competenti” cognitivamente sulle emozioni, promuovere lo sviluppo delle abilità sociali. I bambini che vengono educati alle emozioni saranno, in futuro, ragazzi (e poi adulti) che saranno capaci di esprimere le emozioni in modo adeguato e di non fare ricorso alla violenza per manifestare quello che sentono. La finalità a lungo termine è pertanto la prevenzione dei comportamenti aggressivi e violenti nei futuri ragazzi e adulti, offrendo ai bambini di oggi adeguate opportunità di esplorazione ed elaborazione del loro mondo emozionale.
Metodologia
In presenza. Circle time con attività esperienziali individuali e di gruppo.
Durata
6 incontri di 2 ore ciascuno
Programma e contenuti
Incontro iniziale con i Genitori
 
Sarà affrontata la tematica: “Ascolto me stesso, insegno l’empatia”. L’intento è quello di coinvolgere i genitori nel percorso, nella convinzione che imparare a conoscere e accettare le proprie emozioni sia fondamentale per poter insegnare ai propri figli a riconoscere e ad accettare le loro.
 
Incontri con gli alunni
 
1° incontro: Io.. e le mie emozioni: Accoglienza e presentazione del tema. Brainstorming: “che cosa sono per voi le emozioni?” Visione di uno spezzone del film “Inside out”; feedback. Lavoro individuale: ogni bambino realizza un disegno scegliendo quali colori dare alle emozioni. Condivisione dei lavori realizzati.
 
incontro: Conosciamo le emozioni positive. La gioia e la sorpresa. Disegnare l’emozione (Quaderno Filliozat). Nominare le emozioni: scoprire che le sensazioni che sentiamo sono riconducibili alle emozioni e hanno un loro nome. Utilizzo delle tavole di “IDENTIFICA LE EMOZIONI” Metodo Feuerstein.
 
3° incontro: Conosciamo le emozioni negative: paura, rabbia, disgusto, vergogna. Si useranno le Favole della Verità (Lo scoiattolino, Il riccio, Il cucciolo di leone) per facilitare la comunicazione dei bambini circa le emozioni negative che, in quanto spiacevoli da provare, spesso sono tenute nascoste ed evitate. Si userà anche uno spezzone del film “Inside Out”, idoneo a sostenere l’argomento dell’incontro. Attività di gruppo: schede dal Quaderno di Filliozat
 
4° incontro: Comunicare le proprie emozioni e riconoscere quelle altrui. L’obiettivo di questo incontro è facilitare l’apertura e stimolare alla crescita nella competenza della comprensione empatica: Brainstorming: - come mi sento oggi? - racconta un momento in cui ti sei sentito... - come si sentono i compagni? - Che faccia fanno quando sono… Utilizzo di IDENTIFICA LE EMOZIONI Feuerstein e Favole della Verità (L’orsetto)
 
5° incontro: la condivisione delle emozioni grazie alla musica: favorire la socializzazione e la cooperazione. Divisi in gruppi, faranno un mini-brainstorming scrivendo una frase che riguardi un’emozione. Dalla condivisione dei pensierini scritti verrà creato il testo di una canzone che sarà messo in musica con la chitarra dall’autore presente. L’intenzione finale è, successivamente, quella di creare un cd con tutte le canzoni che nascono dai pensieri dei bambini. Saluti finali e consegna di un piccolo dono ai bambini.
Numero partecipanti
Tutto il gruppo classe
Docenti
dott.ssa Giulia Migani, psicologa dell’educazione e psicoterapeuta analitico-transazionale-socio-cognitiva
 
Paolo Migani, musicista e compositore
INTERNATIONAL CENTER FOR STUDIES ON EDUCATIONAL METHODOLOGIES – ICSEM
Sede legale: Studio Associato Giampietro Grassedonio – via Umberto I, 5 – 10041 Carignano (TO) - Codice fiscale 94068570012
Segreteria amministrativa: Mediation A.R.R.C.A. – via dei Mille, 48 – 10123 Torino – tel. 011882089/3371440582
Torna ai contenuti